COMUNICATI STAMPA 

 

 

4 incontri Confesercenti su prezzi e inflazione
 

Iniziano lunedì 23 settembre una serie di incontri promossi dalla Confesercenti con commercianti e pubblici esercizi della nostra Provincia.
All’ordine del giorno gli andamenti dei consumi, dell’inflazione e la presentazione di una importante iniziativa per frenare i prezzi.
Gli incontri riguardano i commercianti in sede fissa e su aree pubbliche di alimentari, carni, articoli per la casa, abbigliamento, ortofrutta, bar, pizzerie e ristoranti.
Gli incontri si terranno:

Zona

Giorno

Orario

sede

Lugo

Lunedì 23 settembre

20,30

Confesercenti – Bagnacavallo

Via Vecchia Darsena 28

Ravenna

Mercoledì 25 settembre

14,30

Confesercenti – Ravenna

Piazza Bernini 7

Cervia

Giovedì 26 settembre

14,00

Confesercenti- Cervia

Via Gervasi 6

Faenza

Giovedì 26 settembre

15,00

Confesercenti –  Faenza

Via Bettisi 12

 
Questo periodo, nonostante i ripetuti acquazzoni, è stato particolarmente caldo sul fronte dei prezzi e per le polemiche che si sono susseguite ed intensificate. Il mondo del dettaglio, che la Confesercenti rappresenta, è stato ripetutamente chiamato in causa ed addirittura accusato di essere il principale artefice degli aumenti registratisi sui beni di consumo. Quasi nessuno ha parlato della filiera a partire dalla produzione e dall'industria, per non parlare delle tariffe dei servizi.
Fin dal primo momento, Confesercenti ha cercato di far comprendere che alcune denunce di aumenti erano assolutamente non riscontrabili, che l'ISTAT ha un sistema di rilevazione serio ed affidabile e che non era certo nell'interesse dei commercianti, in una fase di stagnazione dell'economia e dei consumi, adottare politiche di aumento dei prezzi, anzi.
Il consumatore in Italia è principalmente tutelato da un sistema distributivo che, per articolazione tipologica e merceologica, garantisce concorrenza ed offre ampia possibilità di scelta.
Obiettivo primario della Confesercenti è ristabilire un clima di serietà e fiducia che favorisca la ripresa dei consumi. A tal fine servono misure efficaci e strutturali da parte del Governo.
 

 


 

Ritorna