COMUNICATI STAMPA 

 

 

Al via il 17 con un incontro il Mese del commercio

No alla stangata sugli stabilimenti balneari

 

 

La Finanziaria 2004 subito al centro delle iniziative promossa dalla Confesercenti nell’ambito del Mese del Commercio al via da venerdì 17 ottobre con un incontro provinciale promosso dalla Fiba, il Sindacato degli stabilimenti balneari, nella mattinata alle ore 9,30 presso la sala Assemblee della Confesercenti di Ravenna in piazza Bernini 7. Tema caldo dell’incontro, per la stangata record prevista dal Governo nella Legge Finanziaria per gli stabilimenti balneari, sarà quello dei “canoni demaniali e delle misure per il turismo nella Legge Finanziaria del prossimo anno.

 La Fiba Confesercenti ha invitato a partecipare a questo incontro i partiti politici a livello provinciale, i parlamentari eletti in Provincia e le istituzioni locali. Sarà presentato un documento contenente le valutazioni e le proposte della categoria sul decreto legge n. 269 concernente le disposizioni urgenti per favorire lo sviluppo e per la correzione dell’andamento dei conti pubblici, nell’ambito del quale sono state inseriti i provvedimenti relativi agli aumenti dei canoni demaniali marittimi per uso turistico ricreativo.

 L’aumento previsto dal Decreto per le concessioni di stabilimenti balneari, ristoranti ed altre strutture turistico ricettive sul demanio, comprese quelle legate ad attività ricreative e sportive, è del 300%. La manovra presentata è giudicata inaccettabile per la categoria e nel suo insieme poco incisiva per rilanciare i consumi e le attività turistiche.

 Il Presidente della Fiba Mauro Sansavini ha sottolineato come “la nostra categoria, stante la situazione del turismo e dei consumi ha assunto un atteggiamento responsabile all’atto della presentazione (obbligatoria entro il 30 settembre) dei prezzi per il prossimo anno. Non ci aspettavamo certo una decisione di aumento spropositato dei canoni che oltre a contrastare con le prassi precedenti, se mantenuta comporterà inevitabili aumenti nel costo delle vacanze e tensioni nel mercato.

 Vogliamo per questo confrontarci e discutere con tutte le realtà interessate e contiamo sull’interessamento più ampio da parte delle forze politiche e delle istituzioni.

Non escludiamo, tra l’altro, la possibilità di indire iniziative di protesta a livello nazionale, da definire e da concordare ci auguriamo anche con l’altra associazione di categoria degli stabilimenti balneari.”

All’incontro hanno al momento confermato la presenza l’on. G. Albonetti, l’Assessore Comunale ai Lavori Pubblici G. Maraldi, O. Casadio per Forza Italia, M. Fantini per il P.R.I., L. Asioli e M. Fiammenghi per i D.S., mentre l’on. A. Preda ha inviato un messaggio di adesione.