COMUNICATI STAMPA 

 

 

Difesa del mare e della costa: iniziativa della Confesercenti
 

La salvaguardia del mare Adriatico è in cima ai pensieri degli operatori per il duplice problema della qualità delle acque (mucillagine ed eutrofizzazione) e della protezione della costa dall’erosione. 

Per tenere alta l’attenzione su queste necessità e per fare il punto sulle iniziative e sui programmi in corso per la difesa del mare e della costa, la Confesercenti della Provincia di Ravenna ha programmato una iniziativa pubblica che si terrà domani giovedì 14 alle ore 15 al Centro Congressi Club Hotel Dante Lungomare G. Deledda Angolo via Milazzo n. 81 - Cervia.
L’incontro presieduto da Mauro Sansavini, Presidente Regionale della F.I.BA. (Federazione Italiana Balneari) sarà aperto da Celso Lombardini, Vice Presidente Provinciale Confesercenti che affronterà le preoccupazioni e le richieste della Confesercenti.

All’incontro interverranno:

§         Attilio Rinaldi, Direttore Struttura Ocenografica DAPHNE

“Come sta l’Adriatico? Situazione e problemi”

§         Andrea Mengozzi, Assessore Provinciale all’Ambiente

“L’impegno della Provincia per il mare e per una Milano più marittima”

§         Guido Tampieri, Assessore Regionale all’ambiente

“Il programma regionale per la tutela dell’Adriatico”

§         Mario Luigi Bruschini, Assessore Regionale Difesa del Suolo e della Costa

“Il piano regionale integrato di difesa della costa

“Le nostre richieste attengono al trattamento delle acque ed alla realizzazione dei depuratori dove ancora non vi sono, com’è il caso d’intere aree urbane della Valle Padana.- ha sottolineato il Presidente Provinciale della Confesercenti Roberto Manzoni- Il caso di Milano, sul quale, fra l’altro riferirà l’Assessore Mengozzi, è il più emblematico ma non è certo l’unico. Non solo: verificheremo la tenuta delle opere di ripascimento delle spiagge realizzate nella scorsa primavera e solleciteremo gli interventi di manutenzione o di protezione ove necessari. Non trascureremo di trattare del progetto “Leonardo 2” che ci preoccupa molto nonché dei pozzi per l’estrazione di idrocarburi”

 

 


 

Ritorna