COMUNICATI STAMPA 

 

 
Al via dal 7 gennaio i saldi

 

 Partono dal 7 gennaio (e saranno possibili fino al 7 marzo) nella maggioranza delle attività commerciali della provincia le vendite di fine stagione (o saldi) che secondo la legge riguardano i prodotti di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti entro un certo periodo di tempo.

 E’ questa una novità nella nostra Regione deliberata nel corso del mese di dicembre a seguito delle richieste della categoria.

 Con questa modifica da un lato si è preso atto che sono intervenuti significativi mutamenti di mercato e dall’altro che la diversa regolamentazione delle Regioni confinanti determinava anche evasione di consumi a vantaggio di punti vendita o mercati ubicati in altre aree territoriali.

 La Confesercenti ritiene che questa deliberazione dia agli operatori emiliano-romagnoli le stesse condizioni competitive degli imprenditori di altre Regioni, in una fase molto difficile per i consumi, ben consapevole però che è necessario affrontare anche il problema delle vendite promozionali, nell’ambito di un tavolo di concertazione con la presenza di tutte le parti interessate, per giungere ad una normativa regionale anche su queste vendite.

 Al di là delle date, non sono cambiate invece le principali regole che disciplinano i saldi a partire dalla comunicazione al Comune da parte dell’esercente, all’indicazione ben leggibile del prezzo di vendita al pubblico (originario, percentuale di sconto e prezzo finale).

 E’ questa una opportunità di acquisto importante a partire dal rivolgersi in primo luogo presso gli esercizi commerciali conosciuti.

 Una parte del settore abbigliamento, in particolare quello invernale, partirà più avanti ed effettuerà invece i saldi nelle prossime settimane.