COMUNICATI STAMPA 

 

 

Lavoratori extracomunitari:
una prima assegnazione importante ma non basta

 Facendo seguito alla pubblicazione dei decreti riguardanti l’ingresso per lavoro di cittadini non comunitari, che ha assegnato per il 2004 alla nostra Regione una quota di 7.000 unità, si è tenuta oggi venerdì 6 febbraio alla Direzione Regionale del lavoro una riunione con tutte le realtà associative imprenditoriali e sindacali per discutere sui criteri di assegnazione delle quote nelle diverse province.

 In primo luogo è stata sottolineata a partire dalla Confesercenti l’esigenza di richiedere al Governo l’emanazione tempestiva di un nuovo decreto che consenta di coprire tutte le richieste avanzate in ambito regionale in particolare dal settore turistico e agricolo (circa 10.000).

 Per ciò che attiene ai criteri di ripartizione, dalla riunione è emerso l’orientamento di tenere conto dei diritti di precedenza e delle richieste avanzate proporzionalmente dai territori.

 Alla Provincia di Ravenna è stata attribuita una quota di 2.750 unità sulle 7.000 (il 39,28%) su cui 2.116 unità con diritto di precedenza.

 

A tutt’oggi però le domande giacenti in Provincia ammontano a 3.869. Per questo serve un nuovo decreto