COMUNICATI STAMPA 

 

 

IMANIFESTO DELLE IMPRENDITRICI CONFESERCENTI
Il voto alle donne: un voto per le donne

La rappresentanza femminile italiana nel Parlamento europeo è oggi  pari a circa 11% degli eletti (10 donne e 77 uomini) mentre la media europea relativa alla presenza femminile è costantemente cresciuta fino a raggiungere la percentuale del 30% nella legislatura 1999/2004.

Il tasso di presenza media delle donne nei parlamenti degli stati membri dell’Unione Europea è di poco inferiore al 20%, ma esistono grandi differenze fra Paesi. Si passa dal 30-40% dei paesi nordici  al nostro 11% di donne elette nella Camera dei Deputati e  8% di elette al Senato.

Tutto questo indica un deficit di rappresentanza della componente della popolazione statisticamente più numerosa, quella femminile.

E’ per questo che le imprenditrici Confesercenti intendono sostenere alle prossime elezioni europee  ed amministrative le candidature femminili.

Ed a tal fine partecipano al Comitato trasversale di pressione per la modifica delle leggi che oggi ha permesso di innalzare ad oltre il 30 % la soglia minima di presenza femminile nelle liste per le candidature in Europa.

Le imprenditrici hanno problemi specifici che possono più facilmente essere affrontati e risolti da un maggior numero di elette capaci di fare proprie le esigenze e le aspettative delle donne che gestiscono un’impresa.

Le imprenditrici oggi rappresentano in Italia una realtà forte in continuo aumento ed in quanto donne sono portatrici di esigenze diverse che richiedono attenzioni diversificate.

Alle donne che verranno elette chiediamo di poter lavorare con loro per migliorare la vita nelle nostre città e nelle nostre aziende con :

·        Politiche dei tempi nelle città che possano garantire conciliazione fra tempi di vita e di lavoro

·        Maggiore presenza femminile nelle Istituzioni a livello locale

·        Integrazione delle politiche sociali di sostegno alla conciliazione fra tempi di vita e di lavoro

·        Promozione ed attenzione all’applicazione della legge 53/2000 Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità , per il diritto alla cura, ed alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città

Per garantire una reale rappresentanza democratica femminile  non è più sufficiente soltanto candidare donne: occorre mettere in atto tutta una serie di misure per garantirne l’elezione e quindi innalzare le percentuali di presenze femminile nelle Istituzioni .

Noi siamo pronte a fare la nostra parte.

Le imprenditrici della Confesercenti della Provincia di Ravenna