COMUNICATI STAMPA 

 

 

Forum sul commercio

 

La prossima settimana entra nel vivo il Mese del Commercio, promosso dalla Confesercenti con 5 iniziative in sette giorni. Si parte Lunedì 17 novembre 2003 alle ore 15,00 presso la sala riunioni della Confesercenti, in Via Gervasi n. 4 a Cervia con una assemblea provinciale degli albergatori per discutere i contenuti della Nuova normativa di prevenzioni incendi negli alberghi (emanata nei giorni scorsi) e che saranno illustrati da tecnici specializzati nel settore.

 

Sempre Lunedì 17 novembre, ma nella sera alle ore 20,30 presso la Sala Conferenze della Confesercenti a Ravenna – in piazza Bernini 7, si terrà un forum pubblico sul commercio. Tema della serata l’evoluzione dei consumi e degli stili di vita - Il futuro della rete distributiva in Provincia.

 

Intervengono: Marco Pasi consulente/Responsabile del CAT Regionale; Bruno Baldini – Vice Presidente Amministrazione Provinciale; Gianfranco Bessi – Presidente Camera di Commercio. Presiede e concluderà il forum Roberto Manzoni – Presidente Provinciale Confesercenti.

 

L’appuntamento della serata è particolarmente atteso sia per la presenza delle massime responsabilità del settore, in provincia e Camera di Commercio, che faranno il punto sulle rispettive azioni e proposte per il settore anche in vista del prossimo Piano Provinciale per il commercio, sia per l’argomento della prima parte della serata. Argomento quanto mai attuale e sentito dagli operatori proprio per la situazione di stasi che per le modifiche intervenute nei consumi e negli stili di vita.

 

Dalla loro evoluzione, dalla loro trasformazione, dalle previsioni di incremento per il futuro si traggono indicazioni vitali per l’economica,ma anche per la politica che ha il compito di amministrare le risorse del Paese e svilupparne le potenzialità. In questo senso la Confesercenti ritiene difficile pensare ad uno sviluppo che non si ponga come elemento centrale la crescita dei consumi.

 

Per creare solide condizioni di rilancio della nostra economia, non si può e non si deve continuare a puntare tutto sul sistema industriale ed esclusivamente sulla sua capacità di esportare.

 

Bisogna ricostruire la fiducia dei cittadini nel futuro, far aumentare la domanda interna, favorirla con provvedimenti mirati.

 

Occorre rilanciare i consumi, riavviare la propensione all’acquisto, restituire speranza nel domani. Se si riesce a riavviare la domanda dei consumatori l’intero sistema innescherà il circuito virtuoso della crescita e dello sviluppo.

 

A tutti i partecipanti sarà fornita una ricerca previsionale commissionata dalla Confesercenti sul futuro dei consumi in Italia nei prossimi 5 anni.