COMUNICATI STAMPA 

 

 

Sciopero unitario e impianti chiusi il  26 e il 27 novembre su strade ed autostrade. I benzinai della Faib in assemblea a Ravenna con i dirigenti regionali

 La protesta unitaria promossa dalle Associazioni dei benzinai è rivolta contro il Governo, che non intende confermare i provvedimenti fiscali di tutela delle attività della categoria; contro società Autostrade ed ANAS, che stanno stravolgendo i contenuti delle intese firmate al Ministero delle Attività Produttive il 4 dicembre scorso e spingendo la categoria ai margini della distribuzione in questo segmento di rete; contro l’industria petrolifera che attraverso contratti anomali, gestioni dirette ed ingiustificati ritardi sulla conclusione della contrattazione, continua ad impoverire i gestori togliendo loro ogni margine di iniziativa.

Gli Impianti, pertanto, rimarranno chiusi su strade ed autostrade il prossimo 26 e 27 novembre

Sulla viabilità ordinaria la protesta avrà inizio alle ore 19.00 del giorno 25 e terminerà alle ore 7.00 del giorno 28 novembre; sulle autostrade la chiusura avrà inizio alle ore 6.00 del giorno 26 e avrà termine alle ore 6.00 novembre del 28. Con tale sciopero si esprimerà il disagio della categoria che rivendica, nei confronti del Governo, la conferma dei provvedimenti fiscali già adottati dal Governo nel 1998 e nel 2000.

In occasione dello sciopero la Faib, il sindacato dei benzinai della Confesercenti ha convocato una Assemblea provinciale dei Benzinai associati per mercoledì 26 novembre alle ore 15  presso la CONFESERCENTI Provinciale a Ravenna in Piazza Bernini 7 per discutere: le valutazioni sullo sciopero; fare il punto della situazione sui vari contratti con le Compagnie Petrolifere e sulla organizzazione territoriale della FAIB. Saranno presenti i dirigenti regionali della Faib.